Non perdere il punto a tennis è di fondamentale importanza, soprattutto se si ha una bassa classifica. Vediamo insieme come giocare in modo sicuro.

Non perdere il punto a tennis, giocare coperto e incrociato

Vediamo subito le prime due regole auree del tennis che possono valere fino a un livello medio-basso di tennis. Non è semplice dire con esattezza quando queste regole si devono seguire con dovizia e quando in parte ma, in linea di massima, possiamo affermare che dai non classificati ai 3.5 dovrebbero essere la norma.



 

La prima regola è quella di giocare incrociato per evitare di sbagliare e per mettere la palla in campo il più delle volte. Se giocate incrociato riducete in modo drastico il numero degli errori dato che le porzioni di campo in cui mandate la palla sono più ampie e, di conseguenza, è molto più difficile sbagliare. Se invece vi lanciate in dei complicati lungolinea, soprattutto sul vostro colpo debole, l’errore è davvero dietro l’angolo.

Non perdere il punto La porzione di campo del lungolinea è decisamente più ristretta rispetto all’incrociato, il che significa un rischio maggiore. Questo non significa che non dobbiate mai giocare lungolinea, è chiaro: sta solo ad indicare che se vi dirigete verso l’incrociato avrete meno possibilità di sbagliare. E quindi di perdere il punto.

La seconda regola d’oro è inerente al giocare coperto. A un livello basso di tennis, ‘più piano’ è di sicuro meglio che ‘più forte’, dato che, come dicevano molti maestri di tennis tempo addietro, tira la palla dall’altra parte della rete una volta di più, è possibile che non ritorni. Chiaramente quel che ne uscirà fuori sarà un tennis conservativo, è ovvio, ma a livello di quarta categoria è estremamente redditizio. Funzionale, diciamo.

Non perdere il punto a tennis, il servizio sicuro

Pete Sampras, quando era ancora in attività, amava dire che la grandezza di un tennista dipende dalla sua seconda di servizio e aveva pienamente ragione. A livello di quarta categoria la seconda di servizio è poco più che una rimessa in campo eseguita con un movimento del corpo a dir poco approssimativo. Proprio per questo, infatti, lanciarsi in un colpo del genere è pericolosissimo: essendo questa seconda lenta e mal eseguita, è chiaramente attaccabile.



Di conseguenza, se state giocando una partita di torneo e non desiderate perdere punti al servizio, abbassate coscientemente la velocità della vostra prima. Non dovete abbassarla così tanto da farla diventare una seconda, chiaramente, ma limitatevi a colpire una buona prima che entri in campo e vi tenga al sicuro da eventuali attacchi.

Parallelamente a questi tre consigli, fate in modo di migliorare il vostro tennis. Incrementate la vostra seconda di servizio, imparate a giocare lungolinea e spingete quando avete la palla giusta. Mentre imparate a fare queste cose, però, seguite le 3 regole d’oro e non potrete che trarne giovamento.

The following two tabs change content below.
Laureato in Lettere e Filosofia presso l'Università degli Studi Roma TRE, Giornalista Pubblicista presso l'Ordine dei Giornalisti del Lazio. La banana di Chang, le bottigliette di Nadal, i passetti di Agassi e la lingua di Sampras. Ma, soprattutto, il naso a patata di Federer. Contatti: francesco_agostini@hotmail.it