Come allenare gli addominali? Per avere una preparazione fisica adeguata nel tennis bisogna allenare in maniera intensiva gli addominali. Ma in che modo?

Come allenare gli addominali col disco

Ogni impatto del tennis si basa fondamentalmente su una buona tenuta addominale. Quando stiamo bene, in salute, non ci facciamo molto caso ma ogni colpo, ogni singolo colpo, presuppone che gli addominali effettuino una ‘spinta’ decisiva nei confronti della pallina. Questo appare evidente soprattutto se giochiamo a tennis quando non siamo al meglio da un punto di vista addominale.

Qual è la ragione di tutto questo? Molto semplice: quando si colpisce la palla, sia di dritto che di rovescio, il busto si torce da un lato e dall’altro. Avere quindi una buona preparazione addominale sarà fondamentale per avere maggiore stabilità e potenza nell’impatto; può sembrare strano ma la pallina, oltre che dal piatto e dalle corde, esce anche dagli addominali.



 

Un primo esercizio da tenere in alta considerazione è quello che si effettua con il disco. Come allenare gli addominali in questo modo? Mettetevi in piedi con le gambe divaricate e la schiena ben dritta, dopodiché afferrate un disco del peso di 5 kg, l’ideale per portare a termine un esercizio nella sua interezza.

Una volta che avete raggiunto questa posizione, portate le braccia più indietro che potete, sia a sinistra che a destra e parallelamente flettete le ginocchia, il tutto ovviamente sempre con il disco da 5 kg in mano. Potete compiere 5 serie da 10 ripetizioni, avendo ben cura di riprendere fiato tra una sessione e l’altra per almeno 35-40 secondi.

Questo è il link per avere il braccialetto Fitness Tracker Willful

Come allenare gli addominali sulla panca

Come allenare gli addominaliL’allenamento del musco addominale con il disco è senza ombra di dubbio il modo migliore per prepararsi in vista di una partita di tennis. Se però non avete a disposizione un disco oppure desiderate variare gli allenamenti, potete contare su un evergreen come gli esercizi sulla panca.

Sdraiatevi comodamente su una panca piana, facendo in modo di rimanere perfettamente dritti con la schiena, senza incurvarsi. Una volta che vi trovate in questa posizione, stendete le gambe e sollevatele verso l’alto per poi riportarle giù. Badate bene di non muovere in alcun modo le braccia, facendole rimanere ben stese lungo i fianchi.

A seconda del vostro fisico e della vostra abitudine all’allenamento, cercate di regolarvi con le serie e le ripetizioni. Se siete dei neofiti totali non fate più di 5 ripetizioni da 10, un numero già piuttosto consistente e che si farà sentire nei giorni immediatamente seguenti. Se decidete quindi di voler incrementare il vostro tennis, non concentratevi solo sulla tecnica e sulla tattica (cose basilari, per carità): approfondite anche l’argomento aerobica. Se lo farete, noterete dei miglioramenti a dir poco sorprendenti.



The following two tabs change content below.
Laureato in Lettere e Filosofia presso l'Università degli Studi Roma TRE, Giornalista Pubblicista presso l'Ordine dei Giornalisti del Lazio. La banana di Chang, le bottigliette di Nadal, i passetti di Agassi e la lingua di Sampras. Ma, soprattutto, il naso a patata di Federer. Contatti: francesco_agostini@hotmail.it