Il tennis è uno sport dove la tecnica costituisce il gradino fondamentale, la base solida senza la quale è impossibile andare avanti: tramite questa guida vedremo, infatti, come impugnare la racchetta nel dritto eastern.



 

 

Il modo più semplice per approcciarsi al dritto eastern è quello di avvicinare la mano dominante al piatto corde e stendervela sopra, girando la mano verso destra (o sinistra, se siete mancini), in modo da avere il pollice teso verso l’alto e il polso che formi un angolo di quasi novanta gradi.

impugnatura dritto easternUna volta fatto ciò, mantenete la stessa posizione e spostate la mano lungo il manico, quasi fino in fondo, e avrete l’impugnatura di dritto eastern. Un altro metodo semplice per poter comprendere come posizionare la mano è quello di porre davanti a voi la racchetta di profilo (quindi con il piatto corde per lungo) e impugnarla come se stesse stringendo la mano a un’ipotetica persona.

Storia dell’impugnatura nel dritto eastern

Il diritto eastern è stata l’impugnatura più utilizzata nel passato, talmente usata da essere considerata pressoché l’unica fra giocatori professionisti e dilettanti e la sola a essere insegnata nelle scuole tennis. Facendone un’analisi approfondita è innegabile che questo modo di stringere la racchetta abbia alcuni vantaggi estremamente validi.

Per esempio, l’impugnatura del dritto eastern facilita l’esecuzione dei colpi piatti (quindi senza alcun tipo di rotazione), rendendoli profondi e assolutamente penetranti; se volete giocare in topspin (con rotazione) è possibile farlo anche con il dritto eastern ma dovrete ruotare il polso molto di più e ciò vi creerà non poca fatica. Inoltre, essa vi renderà molto più agevole tirare su le palle basse, di solito quelle colpite tramite un rovescio in back, oppure un servizio slice; di contro, invece, ci saranno molte più difficoltà con i rimbalzi alti, con palle giocate in topspin o con un servizio in kick.

 



 

 

Se vi state approcciando adesso a uno sport complesso e affascinante come il tennis, l’impugnatura del dritto eastern è sicuramente la più semplice da utilizzare e, almeno per i primi tempi, è consigliabile usare questa impugnatura piuttosto che una più difficile come la western, che a tutt’oggi va per la maggiore.

Il dritto eastern vi darà sicurezza nei colpi, che scorreranno piatti e lineari, ideali per un giocatore alle prime armi o comunque di livello amatoriale e che non abbia eccezionali pretese. Con il tempo, però, è consigliabile riuscire a padroneggiare anche l’impugnatura western, in modo da ampliare il vostro tennis e aprirvi a diverse modalità di gioco.

The following two tabs change content below.
Laureato in Lettere e Filosofia presso l'Università degli Studi Roma TRE, Giornalista Pubblicista presso l'Ordine dei Giornalisti del Lazio.La banana di Chang, le bottigliette di Nadal, i passetti di Agassi e la lingua di Sampras. Ma, soprattutto, il naso a patata di Federer.