Brutte notizie per l’Atp Acapulco: lo spagnolo Rafael Nadal ha deciso di ritirarsi dal torneo all’ultimo secondo, per colpa di un serio riacutizzarsi del dolore che lo aveva fermato anche in Australia. Per lo spagnolo la delusione è enorme: “Mi dispiace per il pubblico e per tutti i tifosi che sono venuti qui a vedermi.”

L’annata 2018 non sembra essere decisamente quella buona per Rafael Nadal. Il maiorchino continua a evidenziare una situazione fisica precaria, altamente instabile e approssimativa, che gli sta impedendo di avere quella continuità di risultati che aveva fino a qualche tempo prima. Lo stop anche nell’Atp Acapulco, comunque, è certamente stata una butta sorpresa anche per lui:



 

“Durante l’ultimo allenamento avvenuto ieri, ho avvertito un intenso dolore esattamente dove mi ero fatto male anche in Australia. Lo staff medico mi ha subito avvertito che in questo preciso momento non devo assolutamente giocare, onde peggiorare le cose. Purtroppo non è da me gettare la spugna e lasciare, ma non posso fare altrimenti, purtroppo.”

La notizia ha certamente scosso i più, dato che in pochissimi si aspettavano una notizia del genere. L’Atp Acapulco era prontissimo ad accogliere a braccia aperte il suo tennista più famoso del tabellone e invece, alla fine, il pubblico è dovuto rimanere con un palmo di naso. Per Rafael Nadal questo non è certamente un momento semplice da affrontare:

“Avevo una gran voglia di giocare questo torneo, è stato davvero un duro colpo non poterlo fare. Mi stavo allenando molto bene, peccato. Ora comunque l’unica cosa che devo fare è quella di rimanere in contatto con i medici per capire l’origine di questa lesione. Una volta che l’avrò capito allora potrò programmare l’immediato futuro. Se il ritorno ci sarà a Indian Wells, bene; se sarà a Miami idem. Ma se non sarò ancora in condizione ci rivedremo direttamente sulla terra battuta.”

L’Atp Acapulco perde certamente il suo giocatore più famoso e con il ranking più alto, ma regge comunque bene all’urto e prosegue il suo tabellone. Al posto di Nadal è stato ripescato come lucky loser il giapponese Taro Daniel, che ha perso nel primo turno dallo spagnolo Feliciano Lopez. Daniel ha dovuto cedere l’onore delle armi con il punteggio di 4-6, 6-3, 6-4, lottando fino all’ultimo e non dando nulla per scontato.

Nel resto del tabellone dell’Atp Acapulco è da segnalare la sconfitta di un altro giapponese, il ben più famoso Kei Nishikori, che cede al canadese Denis Shapovalov per 6-7 (3), 6-3, 6-1.

The following two tabs change content below.
Laureato in Lettere e Filosofia presso l'Università degli Studi Roma TRE, Giornalista Pubblicista presso l'Ordine dei Giornalisti del Lazio.La banana di Chang, le bottigliette di Nadal, i passetti di Agassi e la lingua di Sampras. Ma, soprattutto, il naso a patata di Federer.