Ancora sorprese all’Atp Rio: uno dei tennisti più in vista per la vittoria finale come Albert Ramos Vinolas cade inaspettatamente contro Nicolas Jarry. L’argentino Diego Schwartzman, invece, vince il derby con il compagno di Coppa Davis Federico Delbonis.

L’Atp Rio si sta confermano anche quest’anno uno dei tornei più interessanti della stagione, con incontri tennistici di altissimo livello. Non solo, comunque: anche le sorprese sembrano davvero far parte dell’ordine del giorno. Una di queste è stata l’eliminazione, certamente non preventivabile all’inizio, dello spagnolo Albert Ramos Vinolas.



 

L’attuale numero 19 del ranking Atp è stato sconfitto con il netto punteggio di 7-5, 6-3, in un’ora e quarantadue minuti di gioco, il che significa che la lotta c’è stata, ma che alla fine Albert Ramos Vinolas ha dovuto cedere alla maggiore freschezza di Nicolas Jarry. D’alronde, che Ramos-Vinolas non fosse in forma smagliante si era visto anche nel precedente turno dell’Atp Rio, quando lo spagnolo aveva vinto a fatica contro un avversario abbordabile come Rogerio Dutra Silva.

Il cileno Nicolas Jarry coglie una importantissima vittoria, dunque, e si affaccia per la prima volta al grande pubblico in un incontro importante come questo dell’Atp Rio. Il cileno adesso dovrà aspettare il vincente della gara tra l’uruguaiano Pablo Cuevas e Gastao Elias; sia l’uno che l’altro sono certamente due avversari da non prendere sottogamba, anzi.

L’altro match importante dell’Atp Rio prevedeva il derby argentino tra Federico Delbonis e Diego Schwartzman, due buoni tennisti dall’ottima attitudine alla terra. Se sulla carta ci si aspettava maggiore pathos e più partita, il campo invece ha decretato tutt’altro: Schwartzman ha dominato dall’inizio alla fine, lasciando le briciole a Delbonis.

L’incontro valido per i sedicesimi di finale si è concluso con un inequivocabile 6-2, 6-3 in favore di Diego Schwartzman in un’ora e sedici minuti. Delbonis non è mai sembrato essere veramente della partita e si è lasciato travolgere dall’avversario senza lottare poi più di tanto: troppo superiore, da un punto di vista tecnico, Schwartzman.

Adesso l’argentino aspetta il vincitore della sfida per eccellenza di questo Atp Rio, ossia quella tra il croato Marin Cilic (l’indubbio favorito del torneo) e il francese Gael Monfils. Sulla carta Diego Schwartzman dovrebbe soccombere a entrambi (sia Cilic che Monfils sono indubbiamente di un livello tennistico superiore) ma nel tennis è sempre difficile fare pronostici azzeccati viste le enormi variabili che ci sono.

Nel resto del tabellone tutto è ancora fermo, ma occhio alle potenziali mine vaganti come il nostro imprevedibile Fabio Fognini.



 
The following two tabs change content below.
Laureato in Lettere e Filosofia presso l'Università degli Studi Roma TRE, Giornalista Pubblicista presso l'Ordine dei Giornalisti del Lazio.La banana di Chang, le bottigliette di Nadal, i passetti di Agassi e la lingua di Sampras. Ma, soprattutto, il naso a patata di Federer.