La spagnola Garbine Muguruza ha parlato di molti aspetti della vita di una tennista della Wta. A discapito della credenza comune, il tennis femminile secondo lei sta vivendo un buon momento: “La qualità della Wta è molto alta. Anche una tennista come Maria Sharapova dopo lo stop per doping fa fatica.”

Garbine Muguruza ha una sua chiara visione delle cose per quanto riguarda la Wta, anche se i detrattori del tennis femminile al giorno d’oggi sono moltissimi. Per la spagnola, comunque, la qualità c’è e si vede: “Negli ultimi anni c’è stato un netto cambiamento di rotta. Adesso la differenza che c’è tra le varie giocatrici è davvero poca.”



 

Continua Garbine Muguruza: “Spesso capita che una tennista che gioca bene in una settimana e vince in quel torneo, la settimana dopo magari esce subito perché c’è tanta concorrenza. Vincere consecutivamente è qualcosa di estremamente complicato al giorno d’oggi. Direi proprio che tra le prime cinquanta giocatrici al mondo potrebbe succedere davvero qualsiasi cosa.”

Proprio rimanendo in termini di continuità di risultati, la stessa Garbine Muguruza aveva affermato poco tempo fa che si sarebbe accontentata (se così si può dire) di vincere ‘soltanto’ uno slam all’anno, senza tenere in considerazione gli altri tornei, che comunque sia hanno il loro grandissimo peso. La spagnola ha poi parzialmente rettificato le sue parole:

“Certamente riuscire a trionfare in uno slam è qualcosa di straordinario e che dà un grandissimo impulso alla carriera di una giocatrice. Devo dire che vincere solo uno slam e nient’alto sarebbe comunque una cosa molto positiva, ma non posso negare che anche gli altri tornei abbiano la loro grande importanza all’interno della Wta.”

Garbine Muguruza è una tennista che sa decisamente quello che vuole e che, quando parla, fa notizia. Interessantissime sono le sue dichiarazioni riguardo al recente calendario sexy che la canadese Eugenie Bouchard e l’americana Sloane Stephens hanno svolto per Sports Illustrated. La spagnola ha affermato che lei non farebbe mai una cosa del genere:

“Il tennis è uno sport che ha grandissima visibilità ed è anche estremamente femminile come sport. Non c’è alcun dubbio che se sei una tennista che vince e sei anche carina alla lunga ti considerino anche una sex symbol.” Esattamente come è avvenuto (e come anche oggi avviene) con la bellissima Maria Sharapova citata in precedenza.

In ultimo, la Muguruza ci ha anche tenuto a sottolineare quanto il suo tennis sia estremamente dispendioso e che quindi, per una come lei, sia quasi impossibile riuscire a prevedere un futuro simile a quello di campioni come lo svizzero Roger Federer o la statunitense Serena Williams, che si ritrovano a 36 anni ad essere ancora sulla breccia del tennis. Ha riferito Garbine Muguruza:

“Sinceramente con il mio particolare fisico e con il mio stile di gioco non so se reggerei ancora a quell’età. Però magari anche Serena Williams e Roger Federer dicevano lo stesso, prima. Se non dovessi rimanere nel mondo del tennis mi piacerebbe tentare altre strade. Che ne so, magari anche quella della moda. Al momento comunque sono concentrata sul tennis.”



 
The following two tabs change content below.
Laureato in Lettere e Filosofia presso l'Università degli Studi Roma TRE, Giornalista Pubblicista presso l'Ordine dei Giornalisti del Lazio.La banana di Chang, le bottigliette di Nadal, i passetti di Agassi e la lingua di Sampras. Ma, soprattutto, il naso a patata di Federer.