L’australiano Nick Kyrgios alza la testa e si ribella alla sua nomea di bad boy. Su Twitter l’australiano ha commentato il gesto di follia che la connazionale Daria Gavrilova ha avuto nel Wta International di Acapulco: “Se l’avessi fatto io mi avrebbero squalificato per sei mesi e sarei stato su ogni rivista o telegiornale tutti i giorni per un mese.”

Effettivamente il gesto di Daria Gavrilova nel Wta International di Acapulco è stato brutto. Molto brutto, anzi, e poteva avere delle conseguenze molto serie per la sua carriera. Probabilmente è anche per questo che il connazionale Nick Kyrgios ha deciso di sfogarsi in questo modo, attaccando indirettamente anche la Gavrilova, oltre che la stampa.



 

Nel video postato su Twitter dal canale Ashish Tv, possiamo notare come l’australiana, in seguito a un doppio fallo piuttosto marcato (la pallina si è depositata mestamente nella parte bassa della rete, quasi a contatto con il cemento) ha scagliato lontano la propria racchetta in un gesto di rabbia incontrollata. L’attrezzo è andato a sbattere contro la sedia dell’arbitro e ha sfiorato i due raccattapalle che si trovavano in prossimità.

Uno stava raccogliendo la pallina sul campo, mentre l’altro si trovava a pochi centimetri dalla sedia dell’arbitro stesso, ed è stato mancato dalla racchettata della Gavrilova in via del tutto miracolosa. Come ha detto anche Nick Kyrgios, se la tennista avesse colpito uno dei due avrebbe avuto delle conseguenze serissime, sia da un punto di vista finanziario, che di squalifica e immagine.

Che Daria Gavrilova abbia sbagliato è assodato, per certi comportamenti non c’è davvero spiegazione che tenga. Per la cronaca, l’australiana alla fine ha anche vinto il match in tre set contro Madison Brengle. Il fatto però che Nick Kyrgios abbia commentato su Twitter con tanta sollecitudine e tanta acredine non fa altro che sottolineare quanto l’australiano sia poco tranquillo da un punto di vista emotivo.

Anche se probabilmente ha ragione, le frecciatine a una connazionale non sono certamente nella lista delle cose da fare per un gentleman, anche se Nick Kyrgios non ha mai avuto la pretesa di esserlo (e si vede). Il fatto di sentirsi continuamente nell’occhio del ciclone, assediato dalla stampa e preso di mira dai tifosi, non lo aiuta certamente a costruirsi una carriera tennistica buona all’interno dell’Atp.

Per raggiungere grandi risultati, come il suo talento prevede, Nick Kyrgios dovrebbe pensare meno all’extra campo e più al tennis stesso: solo facendo in questo modo potrà sfruttare al meglio il suo immenso talento.

The following two tabs change content below.
Laureato in Lettere e Filosofia presso l'Università degli Studi Roma TRE, Giornalista Pubblicista presso l'Ordine dei Giornalisti del Lazio.La banana di Chang, le bottigliette di Nadal, i passetti di Agassi e la lingua di Sampras. Ma, soprattutto, il naso a patata di Federer.