Il tennista australiano Nick Kyrgios si è espresso in maniera schietta e diretta dopo la partita persa contro il tedesco Alexander Zverev in Coppa Davis. Ecco cosa ha detto l’australiano ai microfoni di chi lo ha intervistato: “Fa davvero male scendere in campo e non avere la possibilità di esprimerti al meglio. Fa schifo, non ci sono altre parole più dirette per esprimerlo. Ho aspettato la Davis per tutta l’estate.”



 

Nick Kyrgios spazzato via da Zverev

Il giovane bad boy Nick Kyrgios ha dovuto mandar giù una delle sconfitte più cocenti della sua (breve) vita tennistica. L’australiano, che sulla carta, aveva certamente l’opportunità di giocarsela fino in fondo con Zverev, ha clamorosamente fallito questo primo turno di Davis con una prestazione a dir poco incolore. Il primo a essere dispiaciuto per questa brutta situazione è ovviamente lo stesso Kyrgios:

“Questo match mi lascia decisamente l’amaro in bocca. Pur vi riuscire a batterlo avrei dato in cambio volentieri il torneo di Brisbane, senza alcun dubbio. Ho cominciato a provare un forte dolore al gomito già nella partita disputata contro Struff. In realtà mi ero ripromesso di non pensarci molto ma alla fine questo aspetto mi ha condizionato durante tutto il match. Adesso devo riposare al meglio, mi ci vorrà almeno una settimana.”

Nick Kyrgios, le statistiche deludenti di Davis

La partita di Davis, valida per il primo turno del girone principale, ha visto dunque la Germania passare il turno a sorpresa, a scapito della ben più attrezzata Australia. Il risultato ha certamente sovvertito i pronostici iniziali che vedevano gli uomini di Lleyton Hewitt certamente favoriti in uno scontro diretto.

Incredibilmente, però, Kyrgios ha ceduto il passo ad un tonico Alexander Zverev, che lo ha seppellito con il punteggio sonoro di 6-2, 7-6, 6-2. Una bella mazzata per l’australiano che, però, a fronte delle statistiche di gioco, ha certamente meritato di soccombere ai colpi potenti del teutonico. Il primo dato che salta immediatamente all’occhio è la percentuale bassissima di prime palle di servizio: appena il 60% di prime in campo.

Un altro dato che la dice lunga sull’andamento del match di Coppa Davis tra Australia e Germania è certamente quello sulla seconda di servizio. Con essa Nick Kyrgios ha totalizzato solamente il 41% dei punti; un numero troppo basso che ci fa comprendere quanto l’australiano sia stato in difficoltà per praticamente tutto il match.

Di tutt’altro stato d’animo rispetto all’australiano è stato invece Alexander Zverev, che a fine partita ha potuto gioire per un successo che sicuramente può dargli grande morale per il proseguimento della sua carriera: “E’ magnifico, vincere in Coppa Davis è una sensazione straordinaria e siamo solo all’inizio. Nick è un tennista fortissimo e quando va in fiducia è praticamente impossibile riuscire a batterlo.”



 
The following two tabs change content below.
Laureato in Lettere e Filosofia presso l'Università degli Studi Roma TRE, Giornalista Pubblicista presso l'Ordine dei Giornalisti del Lazio.La banana di Chang, le bottigliette di Nadal, i passetti di Agassi e la lingua di Sampras. Ma, soprattutto, il naso a patata di Federer.