Dopo la conquista del numero uno del mondo, per Roger Federer arrivano i complimenti anche dall’amico e connazionale Stanislas Wawrinka. Lo svizzero ha infatti detto: “Sono davvero sbalordito da quello che sta continuando a fare Roger dopo tanti anni nel tour. Il suo successo è sinceramente incredibile.”

Le vittorie di Roger Federer non hanno lasciato impassibile nemmeno un campione come Stanislas Wawrinka, l’unico che, sulla carta, avrebbe potuto infastidire il Re nel tabellone di Rotterdam e rovinargli la festa. Stan ‘the Man’ riguardo all’amico e compagno di Coppa Davis ha detto: “Quando lo abbiamo visto vincere l’Australian Open sinceramente c’era da aspettarselo che sarebbe venuto anche a Rotterdam.”



 

“E’ davvero incredibile riuscire a vedere che cosa ha realizzato Roger Federer in 14 mesi di attività. La sua intera carriera tennistica è stata ricca di record straordinari e ancora oggi continua a dominare l’Atp. Quello che riesce a fare ancora oggi Roger è davvero impressionante, non c’è molto altro da aggiungere.”

Esattamente come Roger Federer qualche anno fa, adesso anche Stanislas Wawrinka sta accusando qualche serio problemino fisico che a 32 anni non fa che acuirsi ancora di più. La speranza, comunque, è sempre l’ultima a morire. Per rendersene conto basta vedere la carriera stessa dell’attuale numero uno del mondo, che fino a qualche anno fa sembrava terminata per i troppi infortuni alla schiena.

Facendo un parallelo potremmo dire che Roger Federer era nelle stesse condizioni di Stanislas Wawrinka, e forse anche un po’ peggio. Ricordiamo che il Re era dovuto stare fuori dai campi da gioco per sei mesi, cosa che a Wawrinka non è ancora mai capitata, per sua fortuna. Al momento, comunque, le cose per il tre volte vincitore slam stanno decisamente migliorando da un punto di vista fisico:

“Sto progredendo in maniera molto lenta, ma è normale. In queste cose ci vuole tempo, dopotutto ho sempre avuto un’operazione chirurgica. Ci sono ancora molte cose che devono andare nella direzione giusta. Comunque sia adesso sono molto lontano dall’essere al meglio dal punto di vista fisico, sia per quanto riguarda il corpo che per ciò che concerne la mentalità.”

Non c’è dubbio che l’esempio di Federer in questo senso possa essere davvero illuminante. L’attuale numero uno del mondo si era preso tutto il tempo possibile quando era seriamente infortunato e non ha mai forzato le cose, correndo il rischio di peggiorare una situazione già precaria. La stessa cosa sta cercando di fare Stanislas Wawrinka:

“Mi sto cominciando a sentire molto meglio. Ogni giorno che passa sento sempre di più i miei colpi e migliorano i miei riflessi. E’ chiaro, però, che non sono assolutamente dove avrei voluto essere.” Poi sulla sua presenza a sorpresa nell’Atp di Marsiglia: “Lo avevo programmato molto tempo prima, addirittura prima che si disputasse Wimbledon 2017.”

L’augurio è quello che Wawrinka possa tornare preso in campo e ritrovare la sua forma smagliante. Nel tennis di oggi partite rovescio a una mano contro rovescio a una mano, come avviene con Roger Federer, sono rarissime e vederli di nuovo uno di fronte all’altro sarebbe davvero una gran cosa. Sia per il tennis che per lo spettacolo.



 
The following two tabs change content below.
Laureato in Lettere e Filosofia presso l'Università degli Studi Roma TRE, Giornalista Pubblicista presso l'Ordine dei Giornalisti del Lazio.La banana di Chang, le bottigliette di Nadal, i passetti di Agassi e la lingua di Sampras. Ma, soprattutto, il naso a patata di Federer.