Roger Federer, parlando di giocatori come Tomic e Kyrgios ha tirato in ballo anche André Agassi e la sua famosa autobiografia, Open.



 

Roger Federer e Open

Lo svizzero Roger Federer è stato intervistato riguardo ai cosiddetti bad boys del tennis moderno, gli australiani Nick Kyrgios e Bernard Tomic. Il Re ha parlato di come siano importanti le motivazioni in questo sport e di come, senza, sia difficile riuscire ad andare avanti. Per farlo ha tirato in ballo anche l’attuale allenatore part-time del rivale Novak Djokovic, André Agassi:Roger Federer

“Credo fermamente che Tomic e Kyrgios si divertano giocando a tennis e che non sempre quello che viene detto corrisponde alla realtà. Prendiamo ad esempio André Agassi e tutto quello che ha scritto nella sua autobiografia, Open. Ha detto che odiava il tennis, ma poi ci ha giocato per ben 20 anni. Francamente non credo proprio a nulla di quello che ha scritto nel suo libro. I momenti difficili ci sono, ma esistono per tutti. Anche fare continuamente le valigie e spostarsi da un posto all’altro non è il massimo.”

Roger Federer e il tifo

L’annata trascorsa, il 2017, è stata a dir poco straordinaria per Roger Federer. Dopo anni in cui veniva spesso sconfitto dai rivali di sempre (Djokovic e Nadal), lo svizzero finalmente si è ripreso ed è tornato ad assaporare trofei importanti come l’Australian Open e Wimbledon. E’ tornato a vincere, davanti a folle estasiate che continuano ad essere ammirate e stupite per il suo tennis:



 

“Uno sportivo vive per momenti del genere, per palcoscenici di questo tipo. Se dovessi giocare su campi secondari con poca affluenza di pubblico la passione scemerebbe senza ombra di dubbio, è normale. D’altronde l’anno scorso avrei anche potuto chiudere la mia carriera, magari a Wimbledon: sarebbe stato il momento ideale per farlo. In ogni caso ci sono ancora tanti obiettivi che desidero raggiungere e non ho alcuna intenzione di fermarmi.”

Il 2018 è appena partito e Roger Federer, come sempre, scalda i motori. Sarà in grado di ripetere le gioie del 2017? Se ci riuscisse, entrerebbe ancora di più nella leggenda, magari migliorando il numero degli slam.

Scopri la Wilson Blade 101 L! 

The following two tabs change content below.
Laureato in Lettere e Filosofia presso l'Università degli Studi Roma TRE, Giornalista Pubblicista presso l'Ordine dei Giornalisti del Lazio.La banana di Chang, le bottigliette di Nadal, i passetti di Agassi e la lingua di Sampras. Ma, soprattutto, il naso a patata di Federer.